TEMP0295E’ Lapo Scarlatti, fiorentino di nascita ma Londinese (sponda Stamford Bridge) d’adozione calcistica, a raccontarci la giornata di sabato vissuta dai Blues di Chelsea Italia:

di Lapo Scarlatti

Il team di Chelsea Italia, si ritrova al mattino al centro sportivo Masseroni Marchese, voglioso di migliorare il nono posto dell’anno scorso.

Le coppe sono visibili appena si mette piede nella struttura, belle e scintillanti, custodite (come ben ci ricordavamo da altrettanto) da due altrettanto belle ragazze sponsor! Si respira aria british, si ride, si scherza e soprattutto… si beve!

TEMP0721Ma si sa, il dovere viene sempre prima del piacere: bisogna scendere in campo per il primo match! Gli avversari sono subito i rivali “concittadini” del West Ham e nonostante un gol degli Irons nel primo tempo, riusciamo a ribaltare la partita e a segnare tre gol!

Bene, già abbiamo più punti dell’anno scorso, non male come inizio… I ragazzi in campo hanno qualità e più giocano insieme più danno spettacolo: 3-1 anche sull’Arsenal e stesso risultato anche contro i campioni in carica degli Italy Magpies! Usciamo a punteggio pieno da un girone insidioso: qualche birra è più che meritata!

Il momento più bello della giornata è probabilmente questo, occasione perfetta tra una birra e un panino per scambiare due chiacchiere con gli “avversari”, confrontarsi sulle passioni che ci legano. Dopo una più che meritata pausa pranzo è ora di tornare in campo per affrontare i rivali del Tottenham: la partita finirà in un trionfo per noi Blues con un soffertissimo risultato di 3-2.

TEMP0978Onore ai “cugini” che si sono dimostrati veramente un avversario ostile. Siamo dunque fra le prime quattro squadre del torneo, un risultato eccellente visto dove eravamo un anno fa, ma è adesso che viene il bello: la semifinale contro l’Everton! La partita termina 1-1, e nel finale di gara la stanchezza (e le pinte) si fanno sentire. Si va ai rigori. Nonostante l’illusione del primo rigore sbagliato dai nostri rivali, il portiere dell’Everton para un nostro rigore e porta la sequenza ad oltranza. La tensione fa brutti scherzi e un errore di misura regala la finale ai Toffees.

Dispiace non giocare la finalissima, arrivati a questo punto… Ma siamo molto soddisfatti del nostro risultato! La finale per il 3° posto ci vede affrontare nuovamente i Magpies: nonostante la stanchezza la partita termina con uno spettacolare 3-3. Di nuovo rigori, di nuovo esito negativo per noi, purtroppo. Usciamo comunque imbattuti (“just like England, we always lose on penalties!” Ma i rigori si sa, sono un terno al lotto….) e ci va più che bene così perché oltre ad esserci divertiti sul campo, abbiamo passato una meravigliosa giornata anche fuori.

TEMP1766Alla fine però c’è gloria anche per noi, perché il nostro attaccante Fausto Erba si porta a casa il premio di miglior giocatore del torneo, tenendo alto il nome di Chelsea Italia! Il prossimo anno speriamo di poter alzare noi quella gigantesca coppa scintillante, ottenuta, per dovere di cronaca, ai Latin Lions. Complimenti a loro!

La giornata volge al termine dopo le premiazioni, e dispiace dover attendere un anno per trascorrere ancora una giornata così. Non è dunque un caso se ci siamo mobilitati da ogni parte d’Italia per questo evento: Padova, Verona, Venezia, Firenze, Como e Bari! Un ringraziamento, da parte di tutto il gruppo Chelsea Italia, va a chi ha organizzato (e ci auguriamo continuerà a farlo) questo Italian Connection, agli arbitri del torneo sempre molto pazienti e a chi ha partecipato vestendo i colori di Chelsea Italia! Ci vediamo senza dubbio fra un anno! Up the Chels!