Italiako Lehoiak Taldea

Italiako Lehoiak Taldea

Peña Leones Italianos

Anno di Fondazione: 2000

Referente: Marco Soler

www.leonesitalianos.it

segreteria@leonesitalianos.net

Club History

Nata nel 2000 per iniziativa di quattro appassionati della squadra biancorossa (Simone, Lodovico, Giacomo e Matteo), tutti residenti nella Provincia di Pavia, la Peña Leones Italianos (la versione in euskera è Italiako Lehoiak Taldea) conta ad oggi circa 150 soci in tutta Italia ed organizza una volta all’anno una trasferta a Bilbao per seguire dal vivo l’Athletic.

Uno dei fondatori, attuale vicepresidente, ha scritto “L’utopia calcistica dell’Athletic Bilbao”, libro che stupendamente descrive storia ma soprattutto la cultura e la filosofia del club basco. Le iniziative a cui i soci partecipano sono molteplici, dalle trasferte europee seguite con costanza, a tornei di calcio, alla beneficienza.

Ma cosa ci fa una squadra non inglese nell’Italian Connection? La spiegazione ce la fornisce Marco Soler, referente dei “Leoni”: “La storia dell’Athletic Club ha origini intorno alla fine del 1800. Allora, l’interscambio culturale con il Regno Unito, dovuto a rapporti commerciali che facevano arrivare materie prime dall’oltremanica, ha fatto sì che si importasse a Bilbao uno sport tipicamente inglese, il football, tanto che il nome della prima squadra bilbaina fu proprio Bilbao Football Club.

C’è molta Inghilterra nell’Athletic: innanzitutto la connotazione originaria dello stadio San Mames, era conosciuta da tutti, sia per il calore del pubblico, sia per l’architettura dello stesso, caratterizzato dalla mancanza di barriere e dalle classiche terraces. Ma non è tutto.

A testimoniare il legame calcistico tra l’Inghilterra e la città basca, ci sono anche le storie legate ai colori dell’Athletic: Nel 1903, in occasione della prima Copa del Rey, la squadra adottò una divisa simile a quella del Blackburn Rovers FC (rimasta come caratteristica seconda maglia fino a qualche anno fa). Nel 1910 i dirigenti incaricano un giocatore in partenza per l’Inghilterra di acquistare delle maglie del Blackburn per sostituire quelle vecchie, ma non riuscì a trovarne abbastanza. Il giorno della partenza per Bilbao da Southampton decise di fare un tentativo prima di imbarcarsi: trovò 50 maglie, ma erano quelle biancorosse della squadra locale. Le prese comunque e rientrò in Bizkaia, giustificando l’acquisto con la maggior qualità del tessuto e il legame diretto con la città di Bilbao, i cui colori ufficiali sono proprio il bianco e il rosso. Il cambiamento piacque e da allora il club portò con orgoglio il suo completo zurigorri.

Una delle canzoni/cori tradizionali è “Aliròn, aliròn el Atheltic es campeòn”. Usato soprattutto in passato ma ancora adesso sinonimo in tutta la Spagna di vittoria. La curiosa parola pare proprio essere nata nelle miniere dei Paesi Baschi dove si estraeva ferro già dal diciottesimo secolo grazie agli inglesi, capostipiti della rivoluzione industriale. Quando un filone si presentava in purezza, il caposquadra (solitamente britannico) scriveva “all iron” per segnalare a tutti i minatori, che in quel caso ricevevano la paga doppia e quindi esultavano.”

 

 

Photo Gallery