Europa League preview

Il Chelsea può contare sul robusto vantaggio dell’andata, il 3-1 allo Stamford Bridge con doppietta di Fernando Torres e rete Moses. Si gioca a Mosca contro i russi del Rubin Kazan e non a Kazan perchè un sopralluogo dell’UEFA, qualche settimana fa, aveva giudicato inadeguato il campo di calcio della capitale del Tartastan.

La squadra di Benitez risparmia quindi 400 km sui 1200 totali che sarebbero serviti per raggiungere la destinazione e gestisce le forze: domenica c’è la semifinale di Coppa d’Inghilterra contro il Manchester City. Per Nathan Ake, 18 anni, difensore potrebbe esserci la possibilità di un secondo ingresso dal primo minuto, vista la contemporanea indisponibilità di Ashley Cole e Ryan Bertrand.

Il Tottenham va in Svizzera, senza Gallas, Lennon e Bale che sta recuperando in fretta la botta alla caviglia rimediata all’andata, in una serata iniziata malissimo: Spurs sotto per 2-0, poi la botta d’orgoglio con le due reti di Adebayor e Sygursson che tengono ancora in corsa per la competizione la squadra di Villas-Boas.

Il Newcastle cercherà di sfruttare il fattore campo per superare il Benfica al St. George’s Park. I portoghesi la scorsa settimana hanno vinto per 3-1 dopo essere andati sotto con la rete di Cissè che aveva un po’ illuso gli inglesi. Ed invece il Benfica ha saputo approfittare, con le reti di Rodrigo, Lima e Cardoso, di un vero e proprio collasso dei Toons nella ripresa. Anche per Alan Pardew c’è il problema di dosare le forze: il Newcastle è atteso domenica ad una partita che vale la stagione e non solo per motivi di classifica: il derby del Tyne, contro il Sunderland di Paolo di Canio.