L’Everton ci crede, Roberto Martinez ci crede, i tifosi ci credono.

martinezI Toffees sono più che mai sugli scudi in questo finale di campionato e puntano al 4° posto che vale la Champions League.

Con il 3-0 in casa del Newcastle dello scorso Martedì  e il 3-1 di domenica al Craven Cottage, l’Everton ha scavalcato il Tottenham al 5° posto e ora si trova a 4 lunghezze dall’Arsenal e con una partita in meno.

Ciò significa che lo scontro diretto con i Gunners in programma domenica al Goodison Park potrebbe fare da preludio a un altro clamoroso sorpasso che spalancherebbe ai ragazzi di Martinez le porte dell’Europa che conta.

Le statistiche sono favorevoli.  L’attuale tecnico dei Toffees Roberto Martinez ha un’impressionante record di risultati utili negli ultimi due mesi di campionato in Premier League nelle stagioni in cui ha allenato il Wigan, conducendolo alla salvezza (2009-2012).

Ora il manager spagnolo si trova alla guida di un club con ben altre ambizioni ma la sua ricetta è quella di sempre: è l’atteggiamento “never-say-die” (non mollare mai – n.d.r.) che sta evidentemente dando i suoi frutti anche a Goodison Park.

Così Martinez dopo l’ultimo successo in campionato contro il Fulham: “Non ci siamo arresi contro un Fulham decisamente migliore di noi nel primo tempo e abbiamo tenuto lo 0-0.  Questo ci ha consentito di riordinare le idee nell’intervallo. Poi si sono visti determinazione, attributi e quella mentalità “never-say-die” che è alla base di qualsiasi squadra vincente.”