Passano i giorni e la storia si arricchisce sempre più di nuovi dettagli a corredo delle dichiarazioni dell’allenatore portoghese.

L’ultima ‘uscita’ di Mourinho, a proposito del suo futuro, ha coinvolto giusto la famiglia. “Il mio futuro? Mia moglie e i figli saranno i primi a sapere del mio futuro. Lo dirò prima a loro, poi parlerò con il presidente.” Questo ha detto Mourinho giusto lo scorso week end.

Il punto è che sembra proprio che non solo che la signora Tami Mourinho conosca già la futura destinazione del marito ma che la loro figlia maggiore, Tita, lo abbia indirizzato.

Si è venuto infatti a sapere che il motivo della visita di Jose Mourinho a Stamford Bridge, a fine marzo, non fosse proprio (o solo) l’amichevole Brasile – Russia, giocata a Stamford Bridge in occasione dell’international break. Ma piuttosto, diciamo noi, soprattutto la necessità di iscrivere la figlia Tita al Camberwell College of Arts (Istituto Superiore di Belle Arti), che dista 15 minuti d’auto e poche fermate di metropolitana da quella che è la base londinese della famiglia Mourinho.

L’arrivo dello Special One per assistere all’amichevole Russia – Brasile, il 26 marzo, era stato circondato dal mistero fino all’ultimo. E fino all’ultimo si era dovuto attendere per avere la certezza di vederlo comparire (tra gli ospiti della federazione brasiliana), seminascosto da una felpa con cappuccio, nella tribuna vip di Stamford Bridge.

Ora, a qualche settimana di distanza da quella partita, si scopre che la famiglia di Mourinho ha già per tempo mosso i primi passi per un ritorno in terra d’Oltremanica, grazie alle idee chiare delle donne (madre e figlia) della famiglia Mourinho che vanno ‘dove le porta il cuore e la passione (per l’arte ed il disegno, in questo caso) e dove l’uomo di casa’… per forza… le seguirà.