“A fine stagione mi siederò con il mio presidente e amico Florentino Peres e decideremo il meglio per me.  So di essere amato in Inghilterra, dai tifosi, dai media che mi trattano correttamente, criticandomi quando devono ma dandomi il giusto credito quando lo merito.  So di essere amato da alcuni club, specialmente uno. In Spagna le cose sono ben diverse, perché c’è gente che mi odia”.

E’ con queste parole, dette in conferenza stampa dopo la sconfitta contro il Borussia Dortmund nella semifinale di ritorno di Champions League, che Jose Mourinho lascia intendere che con ogni probabilità la sua parentesi spagnola è da ritenersi conclusa.  Sembra ormai chiaro che le strade del tecnico portoghese e dei ‘Blancos’ sono certamente destinate a dividersi, anche se lo ‘Special One’ si dice concentrato nel voler portare a termine la stagione del Real nel migliore dei modi.

E’ senza dubbio il Chelsea il club al quale Mourinho fa riferimento quando dice che c’è “specialmente un club” che lo ama in Inghilterra, segno che la voglia di ritornare a sedersi sulla panchina dello Stamford Bridge è davvero forte.  Il pallino passa ora al patron russo dei Blues Roman Abramovich, perennemente alla ricerca di un manager che resista più di una stagione.  Sarà Mouirnho quel manager?

Ecco alcuni brani della conferenza stampa in cui Mou allude alla sua ex squadra, il Chelsea: