Prossima fermata, Newcastle. Ecco la squadra di Alan Pardew, reduce da un’estate non proprio rilassante, passata ai raggi X:

L’estate

E’ stata un’estate davvero lunga per i tifosi del Newcastle.  La nomina di Joe Kinnear, con il suo fiume di dichiarazioni maldestre quando non addirittura fuori luogo, non è stata certo accettata di buon grado dai supporters che, tra l’altro, hanno dovuto aspettare parecchi giorni prima di vedere un acquisto degno di nota.  Poi la fiammata con l’arrivo di Loic Remy, in prestito dal QPR per una stagione, che va ad aggiungersi al già nutrito contingente transalpino in forza ai Magpies, tanto che ormai si parla da mesi di una vera e propria ‘rivoluzione francese’.

Gli obiettivi

Due gli obiettivi, uno espressamente dichiarato, ovvero quello di evitare a tutti i costi di ripetere il pericoloso calo di rendimento che durante la scorsa stagione a portato il Newcastle fino sull’orlo della retrocessione; l’altro, sicuramente nella testa di Alan Pardew, è quello di contenere Joe Kinnear e di fare in modo che interferisca il meno possibile con il suo lavoro. Già nel mese scorso il manager aveva dichiarato che lui è e resta l’unico a comandare la squadra, parole che sono suonate come un ‘garbato’ invito al nuovo arrivato Kinnear a tenere il naso fuori da ciò che non rientra espressamente nei suoi compiti.

Guai in vista

L’arrivo di alcuni nuovi membri nel Direttivo, primo tra tutti Joe Kinnear, potrebbe creare problemi tra il club e il manager Alan Pardew.  Le dichiarazioni ufficiali da parte di tutti i soggetti interessati sembrano sostenere il contrario, ma nelle scorse settimane l’aria si è fatta a tratti pesante.

Il nome su cui contare

Yohan Cabaye, corteggiato durante l’estate da grandi club come il PSG, è il miglior centrocampista a disposizione di Alan Pardew, ben felice di tenerselo stretto per almeno un’altra stagione.

Il giovane da tenere d’occhio

Adam Campbell, 18enne attaccante.  Su di lui Pardew ha detto: “Lo aspetta un’anno veramente importante”.  Se di faccia assomiglia a Paul Scholes, il fisico e il gioco sono decisamente più vicini a Wayne Rooney.  Campbell è diventato il più giovane debuttante europeo dei Magpies quando è sceso in campo contro l’Atromitos nei preliminari di Europa League lo scorso agosto.

La dichiarazione

“La cosa più importante è avere una stagione davvero buona perché quella dell’anno scorso non lo è stata affatto.  Non potete capire quanto sia motivato per questo nuovo campionato alle porte” – Alan Pardew.

Il ‘Top Tweeter’

Sammy Ameobi (@Sammy_Ameobi), spesso sfacciato e irriverente, molte volte divertente.

Gli arrivi

Loic Remy (QPR, prestito), Olivier Kemen (Metz, n.d.).

Le partenze

James Perch (Wigan, € 820.000), Danny Simpson (QPR, parametro zero), Steve Harper (Hull, parametro zero), Shane Ferguson (Birmingham, prestito), James Tavernier (Shrewsbury, prestito), Mehdi Abeid (Panathinaikos, prestito).

La nuova maglia

Guai solo a pensare di cambiare i colori della maglia rispetto alle tradizionali strisce verticali bianche e nere. Tuttavia lo sponsor tecnico Puma ha aggiunto alcune sottili linee blu, in sintonia con il nuovo sponsor, la società finanziaria Wonga.  La novità non sembra tuttavia creare grande scompiglio tra i tifosi, abituati a un pizzico di blu, presente nello stemma del club che fece la sua prima apparizione nel 1969.

Le statistiche dalla scorsa stagione

  • Sono soltanto 4 i gol segnati nell’area di porta nella 2012-13, numero più basso della PL insieme al QPR.
  • Bassa la media tra tiri effettuati e gol segnati (11,1%), migliore solo del retrocesso QPR (8%).
  • I Magpies hanno messo in campo nella stagione il numero maggiore di giocatori (32) rispetto a qualsiasi altro club di PL.
  • Hatem Ben Arfa ha tentato un dribbling più spesso di qualunque altro giocatore di PL nella stagione (uno ogni 9 minuti e 25 secondi).
  • Il Newcastle ha subito più gol nel secondo tempo di qualsiasi altra squadra.
  • Un solo gol è stato segnato su calcio d’angolo.
  • Sono 9 i punti guadagnati dai ragazzi di Pardew grazie a gol segnati nei minuti di recupero del secondo tempo, record per la stagione.
  • I 41 punti con cui i Magpies hanno concluso il campionato rappresentano il risultato peggiore nelle stagioni in cui il club non è retrocesso.

I risultati delle amichevoli estive

16 luglio vs. Motherwell (Fir Park) – 4-2
20 luglio vs. Rio Ave (Estadio do Rio Ave) – 1-3
23 luglio vs. Pacos de Ferreira (Estadio da Capital do Movel) – 1-1
28 luglio vs. Blackpool (Bloomfield Road) – 1-0
30 luglio vs. St Mirren (St Mirren Park) – 2-0
10 agosto vs. Braga (St James’ Park) – 1-1