Diamo un’occhiata alla squadra rivelazione della scorsa stagione, detentrice della League Cup.  Con il neo-promosso Cardiff City salgono a due le rappresentative gallesi in Premier League.

L’estate

Dopo una stagione memorabile, con un ottimo piazzamento in classifica e un trofeo luccicante in bacheca, lo Swansea ha rischiato di veder andare via il suo allenatore Michael Laudrup.  Il mercato è stato decisamente fiacco nella prima parte, e il tecnico danese ha messo il broncio.  Poi sono arrivati ben 9 giocatori e per magia tra il manager e la dirigenza è tornato il sereno.

Gli obiettivi

Migliorare ancora. Il nono posto in classifica e la League Cup rappresentano traguardi impensabili per lo Swansea fino a poche stagioni fa.  Ma, si sa, l’appetito vien mangiando…

Guai in vista

Inizio di campionato davvero tosto per i Cigni con United, Tottenham, Liverpool e Arsenal nelle prime 6 giornate.  Tre di questi quattro incontri si giocano però al Liberty Stadium.

Il nome su cui contare

Michu – Chi altri? Laudrup spera in un’altra ottima prestazione del giocatore rivelazione della scorsa stagione.

Il giovane da tenere d’occhio

Rory Donnelly, 21 anni, attaccante.  Portato a Swansea City dall’allora allenatore Brendan Rodgers è molto abile di testa e corre davvero tanto.  E’ stato nel mirino di entrambe le squadre di Liverpool prima che firmasse con i Cigni.  Probabile un suo utilizzo nelle coppe nazionali.

La dichiarazione

“Guardi il calendario e vedi davanti a te i campioni d’Inghilterra e il Tottenham in trasferta. E’ davvero una partenza in salita, sarà molto difficile. Ma con la qualità e la sicurezza di noi stessi che abbiamo maturato cercheremo di rendere la vita davvero dura ai nostri avversari” – Michael Laudrup

Il ‘Top Tweeter’

Chico – @ChicoFlores12 Sempre di buon umore e particolarmente simpatico nei suoi ‘cinguettii’ in inglese e in spagnolo.

Gli arrivi

Wilfried Bony (Vitesse Arnhem, € 14 mln), Jose Canas (Real Betis, parametro zero), Jordi Amat (Espanyol, € 2,95 mln), Jonathan De Guzman (Villarreal, prestito), Alejandro Pozuelo (Real Betis, € 500.000), Jonjo Shelvey (Liverpool, € 7 mln) Gregor Zabret (NK Domzale, n.d.), Alex Gogic (Olympiacos, parametro zero), Jernade Meade (Arsenal, parametro zero).

Le partenze

Kemy Agustien (Brighton, parametro zero), Mark Gower (Charlton, parametro zero), David Cornell (St Mirren, prestito), Kyle Bartley (Birmingham, prestito), Alan Tate (Yeovil, prestito), Dwight Tiendalli (svincolato)

La nuova maglia

Scompaiono gli inserti color oro con i quali il club ha celebrato il suo centenario la scorsa stagione.  Si ritorna al classico bianco e nero su cui campeggia l’arzigogolato logo del nuovo munifico sponsor GWFX, colosso cinese dei servizi finanziari.  Ma la sorpresa per i tifosi, roba forte, è la maglia da trasferta.  Niente più ‘total red’ come l’anno scorso ma un un ardito abbinamento giallo-viola che è già diventato argomento di discussione nei pub della città gallese.

Le statistiche dalla scorsa stagione

  • Nessun rigore a favore per i ragazzi di Michael Laudrup in tutta la stagione di PL.
  • In due partite lo Swansea ha concesso 26 tiri (fuori e in porta), contro Liverpool e Newcastle.  Nessun altro club ha lasciato tirare così tante volte i propri avversari.
  • Sono 21 i pali che hanno salvato la porta dello Swansea durante la stagione.
  • Il 70% delle reti (47) segnate dallo Swansea sono state realizzate nel secondo tempo.
  • 2 sole le reti subite nei primi 15 minuti di gioco.
  • Negli ultimi 10 incontri lo Swansea ha vinto 1 sola partita (6 sconfitte e 3 pareggi).

I risultati delle amichevoli estive

6 luglio vs. Gravenzande (Juliana Sportpark, Gravenzande) – 2-0
7 luglio vs. Excelsior Maassluis (Sportpark Dijkpolder, Maassluis) – 5-1
10 luglio vs. Haaglandia (Laakkwartier Football Club, L’Aia) – 10-0
13 luglio vs. ADO Den Haag (Kyocera Stadion, L’Aia) – 1-0
27 luglio vs. Reading (Madejski Stadium) – 3-0