pardewAlla fine eccoli. Tre punti tutti in una gara.

E così Alan Pardew può tirare un sospiro di sollievo, soprattutto dopo aver visto varcare la porta dello spogliatoio, a fine gara, da niente meno che il patron Mike Ashley che si è congratulato con squadra e allenatore.

Il match casalingo contro il Leicester, vinto per 1-0 con rete di Gabriel Obertan al 71’, ferma a 7 il numero di partite senza vittoria in questa stagione.

Così Pardew sul suo “man of the match” che non segnava dal lontano, lontanissimo, febbraio 2012: “Mi fa molto piacere che sia stato Gabby (Obertan – n.d.r.) a segnare. E’ un giocatore che ha bisogno di ritrovare fiducia in se stesso. E’ stato un valido elemento per la squadra in questo inizio di campionato. Sono certo che ha tutte le carte in regole per diventare un grande giocatore. E’ ancora giovane ma è tempo per lui di dimostrare cosa sa fare.”

Il Newcastle resta nella “relegation zone” ma Pardew vede il bicchiere mezzo pieno: “E’ stato difficile, abbiamo giocato con tantissima pressione addosso. Ma in questa città funziona da sempre così. A volte riusciamo a complicarci le cose da soli, ma quando vinciamo proviamo euforia ed è cosi anche per i tifosi. Lo stadio oggi è stato meraviglioso, non so come ringraziare i nostri supporters.”