city-livManca ancora qualche giorno alla fine di Agosto, ma la Premier non va di certo in vacanza. Anzi.

Le leggi della probabilità fanno subito sognare gli amanti del football britannico. La seconda giornata del campionato inglese mette di fronte due big: nel monday night si sfideranno Manchester City e Liverpool, un remake della lotta al titolo dello scorso campionato.Entrambe vincenti all’esordio, i Reds e Citizens avranno il compito di doversi imporre sin dalle prime battute: non ci si può permettere di perdere terreno già da adesso.

Stessa cosa vale per Arsenal ed Everton: i Toffee Men vogliono riparare il mezzo pasticcio combinato in casa del Leicester, mentre i Gunners vogliono mandar giù quel 3-0 dello scorso anno che decretò matematicamente l’esclusione dalla corsa al primo posto.

Big match e ancora derby nella capitale: questa volta si sfidano Crystal Palace e West Ham, in una partita che si prospetta sicuramente divertente, ma anche molto British. Derby cittadino anche a White Hart Lane: il Tottenham ospita il Queens Park Rangers. Risultato scontato? In queste gare nulla risulta banale.

A proposito di risultati scontati: i Blues di Mourinho affrontano un’altra neopromossa: il Leicester andrà a Stamford Bridge a giocarsela a viso aperto. Anche perché nessuno in Inghilterra affronta le trasferte come se fossero scampagnate estive. Per maggiori informazioni chiedere al Burnley: i bookmaker non favoriscono di certo i Claret, ma sicuramente la banda di Sean Dyche non si presenterà in Galles solo per ricevere gli omaggi da parte dei colleghi dello Swansea.

Neopromosse e neobocciate. Riuscirà lo United di van Gaal a farsi perdonare dallo scivolone casalingo di sabato scorso, o i Red Devils saranno rimandati a Settembre? Di certo Sunderland non è mai stato un campo facile su cui giocare. Bisognerà appellarsi alla voglia di riscatto e a molti santi in paradiso.

Santi in paradiso e Saints biancorossi. Anche il Southampton dovrà cercare nella volontà divina (e in qualche nuovo acquisto da fare entro fine mercato) per trovare la vittoria contro il WBA. La banda di Koeman non si è presentata male ad Anfield, ma per sostenere il ritmo di una stagione inglese, non bastano i soli noti. Il West Bromwich invece deve mantenere una certa costanza rispetto la scorsa stagione: combattere nuovamente per non finire Relegation Zone potrebbe far saltare i nervi a qualche tifoso.

Potrebbero saltare i nervi, ma anche le panchine. Lo scorso anno Alan Pardew rischiò e non poco: quest’anno i Magpies devono rialzare la testa, e la trasferta in casa dell’Aston Villa può essere il modo migliore per farlo. Attenzione però, al Villa Park l’entuasiasmo è alle stelle, soprattutto dopo la vittoria esterna contro lo Stoke. A proposito di Stoke City: i Potters sono usciti malconci dall’esordio stagionale e quindi cercheranno in tutti i modi di imporsi in casa dell’Hull City. Ma anche qui non è un affare semplice: gli artigli delle tigri son ben affilati.

Graffi, cicatrici indelebili e scontri al vertice: perché il campionato più bello del mondo non va mai in vacanza. Anzi. Entra nel vivo quando tutti gli altri sono ancora sotto l’ombrellone.