Stamford Bridge
Fulham Rd.
London SW6 1H6
Home ground del Chelsea F.C.

Due fratelli molto determinati, un’offerta rifiutata e un deposito di carbone mai realizzato: così ha inizio la storia di Stamford Bridge

Stamford Bridge fu inaugurato nel 1877 come pista di atletica leggera e fu utilizzato per tale scopo fino al 1904 quando ne acquisirono la proprietà i fratelli Mears, con l’intento di trasformarlo nel più bello stadio d’Inghilterra in cui disputare partite di calcio di alto livello.  Questi inizialmente cercarono di convincere il Fulham F.C. a trasferire lì la propria sede ma l’offerta fu declinata.  Ricevettero poi una proposta dalla Great Western Railway in cerca di uno spazio per realizzare un deposito di carbone ma, non volendo abbandonare il loro progetto originario, decisero di fondare una propria squadra di calcio, il Chelsea appunto.

I Mears incaricarono l’architetto Archibald Leitch (già noto per aver costruito stadi famosi come Celitc Park, Craven Cottage e Hampden Park) di progettare e realizzare il nuovo stadio, composto da un’unica tribuna sul lato est e sugli altri tre lati delle “terrazze” ottenute con l’abbondante materiale di scavo proveniente dalla contemporanea costruzione della Piccadilly Line.  La capacità dello stadio, a quei tempi, arrivò a sfiorare i 100.000 spettatori, rendendo Stamford Bridge il secondo stadio più grande d’Inghilterra dopo Crystal Palace.

A partire dagli anni ’30 iniziò la graduale trasformazione dello stadio con la copertura, seppur parziale, di alcuni settori.  La seconda guerra mondiale e la crisi finanziaria del 1973 influirono pesantemente sulla modernizzazione di Stamford Bridge.  Solo nel 1982, con l’avvento di Ken Bates alla presidenza del Club, ha avuto inizio una vera e propria ricostruzione che in pochi anni ha portato lo stadio dei Blues nell’olimpo degli stadi più belli d’Europa.

Come arrivare:

  • in aereo: La città di Londra è servita da ben 5 aeroporti: Heathrow, Luton, Stansted, Gatwick e London City.   I collegamenti tra questi e la Città sono particolarmente efficienti, soprattutto su rotaia (nel caso di Heathrow è una linea del “Tube”, la Piccadilly, a collegare Londra e il suo principale aeroporto.  Per conoscere orari e costi visitare il sito web delle ferrovie www.nationalrail.co.uk e della London Transport www.tfl.gov.uk
  • in auto: E’ consigliabile lasciare l’auto alla periferia di Londra e usare il “Tube”.  In alternativa, se proprio volete tentare la fortuna, lasciate la M25 all’uscita 15.  Procedete poi sulla M4 fino a che diventa la A4 e proseguite fino ad Hammersmith.  Percorrete la sopraelevata di Hammersmith e seguite le indicazioni per Earl’s Court.  Passate la stazione metro di Earl’s Court e imboccate le varie strade a senso unico fino a sbucare in Fulham Rd.  Voltate a destra al semaforo e procedete per 500 metri fino a vedere lo stadio sulla vostra destra.  Provenendo da sud, invece,  attraversate il Tamigi su Wandsworth Bridge  e proseguite su Wandsworth Bridge Rd.  All’incorcio con New King’s Rd voltate a destra e subito dopo a sinistra su Harwood Rd. Giunti in Fulham Broadway, girate a destra in Fulham Rd.  Si sconsiglia l’uso dell’auto durante i Matchday a causa di restrizioni alla circolazione e dell’implementazione di aree parcheggio per soli residenti.
  • in autobus: Ci sono due fermate di autobus proprio fuori Stamford Bridge sulla Fulham Rd. I fan possono arrivare allo stadio utilizzando le linee 14, 211 e 414.
  • in metropolitana: La stazione della metropolitana più vicina è Fulham Broadway sulla District Line. Prendere un treno fino a Earls Court e da lì procedere con i soli treni diretti a Wimbledon.
  • in treno: Ci sono due stazioni vicino a Stamford Bridge, la più vicina è quella di West Brompton. La seconda, che dista circa 15 minuti a piedi dallo stadio, è Imperial Wharf Station.  Entrambe sono collegate direttamente alla più importante stazione di Clapham Junction.  Per conoscere le tratte, gli orari e i costi visitare il sito web delle ferrovie www.nationalrail.co.uk.

Tickets:

Gli “away supporters” sono ospitati nell’angolo destro della “Shed End”, per un totale di 3.000 posti disponibili.  Per dettagliate informazioni si consiglia di consultare la sezione “tickets” del sito ufficiale del Chelsea F.C..

Informazioni:

Biglietteria e informazioni sulle partite
chiamate nazionali: 0871 9841 905
chiamate internazionali: +44 207 835 6000

Hospitality & Eventi
chiamate nazionali: 0871 984 1955
chiamate internazionali: +44 207 386 9373

Merchandising (Chelsea Megastore)
chiamate nazionali: 0871 984 1955
chiamate internazionali: +44 207 386 9373
visita l’on-line store

Club Reception – informazioni generali
chiamate nazionali: 0871 984 1955
chiamate internazionali: +44 207 835 6000

E’ anche possibile inviare una richiesta di informazione email utilizzando un apposito form.  Considerate che il Club riceve migliaia di email quotidianamente e di conseguenza non è sempre possibile ottenere una risposta tempestiva.

Chelsea - Stamford Bridge
stamford bridge stands
stamford bridge stands 2
stamford bridge matchday
stamford bridge entrance
stamford-bridge-seating-plan