marshallE’ apparsa ieri sul Liverpool Echo una lettera inviata da un tifoso del Sunderland in trasferta lo scorso weekend al Goodison Park.

Il 59enne tifoso dei Mackems, John Marshall, si è recato a Liverpool con suo figlio e un amico, e si è sentito in dovere di scrivere una lettera per ringraziare la “metà blu” di Liverpool per la gentilezza, la cordialità e l’ospitalità dei tifosi dei Toffees. Nonostante il punteggio tennistico (i Black Cats hanno perso per 6-2) Marshall ha descritto la giornata trascorsa al Goodison Park come una “grande giornata per la specie umana e per tutti gli appassionati del calcio”.

La lettera inizia così: “Se mai doveste dare per persi valori come il cuore della Gran Bretagna o la forza positiva della natura umana, fate una trasferta in casa dell’Everton.”

Marshall continua descrivendo i dintorni dello stadio, criticandone alcuni aspetti decisamente poco attraenti. Ma le critiche si fermano a questo, lasciando spazio a una vera e propria incantata descrizione della cordialità e del trattamento di riguardo riservatogli dai tifosi avversari:

“Siamo andati in un pub, il Bradley’s Wine Bar per una bevuta prima del match. Il personale ci ha fatto sentire come a casa e la scelta delle birre era assolutamente di livello. Poco dopo, nonostante indossassimo le maglie della nostra squadra, un tizio ci ha offerto due pinte e se ne è andato prima che potessimo ringraziarlo. Dopo abbiamo scoperto che aveva colleghi e parenti del Nordest.

Poi abbiamo chiacchierato con tanti tifosi e stretto mani. Un uomo ci ha offerto un altro giro, noi abbiamo declinato ma lui ha inisistito e, almeno questa volta, siamo riusciti a rendergli il favore. Raramente nella mia vita ho trovato tanta gentilezza e cordialità da apparenti “nemici”. Davvero non volevamo più andarcene.
Dopo la partita, abbiamo perso la navetta e un perfetto sconosciuto ci ha offerto un passaggio in macchina e ci ha riportato al parcheggio.”

E ancora: “Ci siamo davvero sentiti sopraffatti da tanta gentilezza e disponibilità, soprattutto considerando il fatto che nessuno di loro fosse particolarmente benestante. Sono certo che la grande gente di Sunderland saprà ripagare con altrettanta generosità i tifosi dell’Everton, ma anche quelli di altre squadre, quando verranno in trasferta nella nostra città.”

Marshall conclude così: “Il futuro della nostra Nazione è al sicuro nelle mani della stragrande maggioranza dei tifosi che seguono le loro squadre in lungo e in largo nel Paese e di quelli che fanno sentire a casa coloro che vengono come ospiti nel proprio stadio. Il calcio non è solo fatto di grandi stipendi, di grandi ego, della FIFA. Piuttosto è fatto di gente vera capace di dare così tanto a questo sport pretendendo poco o nulla in cambio. I cittadini di Liverpool possono starne certi: la migliore dimostrazione della grandezza della propria città è nellea sua gente favolosa. Grazie, Grazie, Grazie dal profondo del nostro cuore.”