bigsamNon c’è pace per il West Ham.

Dopo uno splendido mese di febbraio dove aveva raccolto una serie incredibile di quattro vittorie consecutive e dodici punti fondamentali per tirarsi momentaneamente fuori dalle sabbie mobili della zona pericolosa, per Big Sam Allardyce si è aperto un mese di marzo tutt’altro che felice. Due partite in trasferta, a Liverpool contro l’Everton e a Stoke, due sconfitte.

Fortunatamente, grazie anche ai risultati negativi delle dirette concorrenti, la situazione di classifica vede ancora gli Hammers al dodicesimo posto per di più con una gara in meno, quella con l’Hull City in casa da recuperare mercoledì 26 marzo. Ma è chiaro che con 31 punti non ci si può ancora sentire del tutto tranquilli.

In settimana il tecnico di Upton Park ha dichiarato che con sette punti in più e quindi chiudendo la Premier a 38, la salvezza potrebbe essere cosa fatta. A giudicare dal ritmo blando delle squadre che seguono gli Hammers questa teoria potrebbe essere anche valida. Intanto la squadra si sta preparando alla gara casalinga di sabato prossimo contro la grande delusione stagionale ovvero il Manchester United che sulla Green Street negli ultimi anni, sia in coppa che in campionato ha riacciuffato situazioni negative per il rotto della cuffia. Ma in panchina c’era Sir Alex.