wengerChi ben comincia è a metà dell’opera.

Sicuramente esisterà un proverbio diverso in Inghilterra per questo tipo di situazioni, e molto probabilmente Wenger l’avrà ripetuto più volte ai suoi. A circa 70 ore di distanza dalla vittoriosa trasferta di Newcastle, i Gunners affrontano nella prima partita dell’anno il Cardiff, al ritorno in Premier dopo circa 50 anni.

Lo scorso Novembre, i gallesi sono stati una delle vittime sacrificali dei biancorossi con il netto 3-0 rifilato al Cardiff City Stadium.  Gli ospiti non stanno attraversando un buon momento: l’esonero di Mackay e la conseguente protesta dei tifosi nei confronti della società non è sicuramente un segnale positivo. Nel mese di Dicembre una sola vittoria (contro il WBA) in sei partite: sicuramente un andamento negativo.

I Gunners dopo il trittico terribile con Everton, City e Chelsea dove hanno conquistato solo due punti su nove disponibili, sono tornati alla vittoria nel derby contro il West Ham e nella trasferta contro il Newcastle: un ottimo modo per salutare il 2013 e proseguire al meglio il nuovo anno.

Negli ultimi quattro incontri (tre in FA Cup ed uno in campionato), tre sono state le vittorie dell’Arsenal e un solo pareggio a reti inviolate. Giroud e compagni sentono il fiato sul collo del City: devono riuscire a sfruttare il momento positivo. Sempre per restare in tema di saggezza popolare, si sa che l’appetito vien mangiando.