arsL’ennesimo week end senza Premier sicuramente si sarà fatto sentire dalle parti di Londra Nord, visti tutti gli infortuni che le nazionali restituiscono a Wenger ad ogni ripresa di campionato. Ma nonostante l’ansia e l’angoscia che hanno disturbato i sonni (e i sogni) del manager transalpino, l’entusiasmo per l’inizio travolgente dei Gunners sembra non essersi ancora spento. Questo pomeriggio all’Emirates i fiori della sala accoglienza della tribuna centrale saranno tinti di bianco e rosso: a far visita alla capolista sarà il Southampton, rivelazione di inizio stagione.

I ragazzi di Pochettino hanno sorpreso tutti: il calcio giocato fino a questo momento ha regalato ai Saints il terzo posto in classifica. In 11 giornate di campionato i biancorossi hanno conquistato 22 punti, con una media di 2 punti a partita: non male come ruolino di marcia. Lontano dal St’ Mary Stadium l’andamento è un pochino altalenante: 2 vittorie, 2 pareggi e una sconfitta rimediata contro il Sunderland.

L’Arsenal deve riprendere il passo dopo la sconfitta dell’Old Trafford: la voglia di riscattarsi dal secondo stop stagionale (il primo fuori dall’Emirates) è tanta e Ozil e compagni non vogliono di certo perdere il primato in classifica faticosamente conquistato.

Negli ultimi 5 testa a testa, le due squadre hanno pareggiato per ben 3 volte, con i Gunners vincenti in 2 occasioni (l’ultima vittoria nel Settembre 2012 per 6-1). I Saints non hanno mai espugnato l’Emirates: chissà se riusciranno proprio nel match di domani a conquistare i tre punti. La legge dei grandi numeri è sicuramente a favore della sorpresa di questa Premier League.