newcastle-arsOre 17:00 del 17 Agosto 2013: nel nord di Londra si respira un’aria pesante, gli umori sono a terra e  tutti chiedono la testa di Arséne Wenger, manager storico dei Gunners. La sconfitta contro l’Aston Villa, all’esordio casalingo della stagione 2013-2014, non è sicuramente di buon auspicio per l’inizio del nuovo campionato. Oggi, 133 giorni dopo, i Gunners vanno a far visita al Newcastle occupando la prima posizione: una chiusura di 2013 inaspettata, soprattutto da chi criticava aspramente Wenger e i suoi.

Gara difficile al St. James Park quella di domani, visto il momento positivo dei padroni di casa: sette vittorie nelle ultime dieci partite e sesto posto in classifica, a soli sei punti dalla vetta. Se ci focalizziamo sulle partite giocate in casa, gli uomini di Pardew non perdono da Settembre: le reti di Gouffran e Remy, e la compatezza della difesa e del centrocampo sono l’arma in più del Newcastle.

I Gunners arrivano all’ultimo match della stagione con il sorriso sul volto dopo la vittoria nel derby contro il West Ham: nonostante i tre punti nel Boxing Day, non è stato sicuramente un Dicembre da incorniciare vista la pesante sconfitta in casa del City. Chiudere il 2013 in testa alla Premier League è sicuramente prerogativa dei londinesi.

Negli ultimi 5 scontri il bilancio sorride ai biancorossi: 2 pareggi e 3 vittorie. Al St James Park il Newcastle non batte l’Arsenal dal lontano 2005: la tradizione positiva continuerà, o dovremmo assistere all’ennesimo sconvolgimento di classifica? Ai posteri e ai 22 in campo l’ardua sentenza.