pdcPaolo Di Canio è a caccia della prima vittoria in campionato (fino ad ora 2 sconfitte e un pareggio) e l’Arsenal è per certo un ‘cliente scomodo’ contro il quale tentare di portare a casa il bottino pieno.

Il Sunderland paga, per il momento, l’inserimento di ben 16 nuovi giocatori in rosa (inclusi gli ultimi arrivati in prestito Ki Sung-Yueng e Fabio Borini) e ci vorrà ancora tempo prima che l’orchestra diretta dal manager italiano inizi a suonare il suo spartito senza stecche.  Borini, arrivato in prestito dal Liverpool, sarà probabilmente in campo dall’inizio accanto a Steven Fletcher, abile e arruolato, che non parte dal primo minuto dallo scorso marzo.

Le quotazioni dell’Arsenal, dopo il tonfo nell’esordio casalingo, hanno ripreso a salire con due vittorie in campionato e il passaggio del preliminare di Champions.  Tra i Gunners debutto certo per Mesut Ozil, acquistato dal Real Madrid per 50 miloni di euro, più o meno il doppio di quanto speso dai Black Cats per l’intero mercato fatto di ben 14 acquisti.  Rosicky fuori dopo l’infortunio rimediato nel match di qualificazione per i mondiali di Brasile 2014 contro l’Italia, indisponibili anche Per Mertesacker e Yaya Sanogo.

Per gli amanti delle statistiche, il Sunderland ha vinto un solo match contro i Gunners negli ultimi 19 incontri di campionato. Era il novembre 2009, allo Stadium of Light, quando Darren Bent segnò il gol decisivo.