Wilfried-ZahaDal Selhurst Park arriva una di quelle notizie che fanno bene al calcio.

Al giovane talento del Crystal Palace Wilfried Zaha piace restare con i piedi ben piantati per terra nonostante i soldi e la fama che arrivano dall’essere un giocatore di Premier League. E’ così che il 23enne attaccante inglese devolve in beneficenza più del 10% del suo stipendio mensile.

Così Zaha: “Do un decimo del mio stipendio in beneficenza ogni mese. Cerco di fare qualcosa per dare una mano a chi è meno fortunato di me. E non lo faccio solo qui in Inghilterra, sto anche seguendo alcuni progetti nella mia Costa d’Avorio.”

A gestire questo importante flusso di denaro è la mamma di Zaha, che si occupa in prima persona di monitorare che i fondi arrivino direttamente ai più bisognosi.

Colpisce la sensibilità di Zaha che, nonostante la sua giovane età e a differenza di tanti suoi colleghi coetanei, sembra aver ben chiara la sua condizione di privilegiato e la conseguente scelta di fare qualcosa di concreto per chi ha meno compiendo, parole sue, “niente di più che una piccola buona azione”.